home

Normativa

Translate

Guida sotto effetto di droghe, confronto della normativa UE

Il Piano d'azione europeo sulle droghe (2009-2012), adottato dal Consiglio dell'Unione Europea nel 2008, pone tra le principali priorità la realizzazione di interventi per la prevenzione della guida sotto effetto di sostanze psicotrope, ossia tutte le sostanze che hanno un effetto psicoattivo, compresi i farmaci. In quest’ottica, il programma d’azione europeo per la sicurezza stradale sostiene la ricerca sugli effetti delle droghe e dei farmaci sulle capacità di guida.


Tutti i paesi dell’Unione Europea hanno proprie norme che regolamentano e sanzionano la guida sotto l’influenza di sostanze psicotrope. A livello nazionale la legislazione in materia risente di molti fattori, inclusa la disponibilità di test tossicologici pratici e affidabili, i trend di consumo di sostanze illegali nel paese, l’impatto del fenomeno sulla sicurezza pubblica.

Una delle difficoltà principali riscontrate a livello giuridico dipende dalla dimostrazione scientifica che la persona alla guida sia in stato alterato e sotto l’effetto di droghe al momento del controllo. Alcune norme adottano un approccio definito  “tolleranza zero”, ovvero non ammettono la presenza nei fluidi biologici di alcuna sostanza psicotropa; altre, invece, richiedono la dimostrazione dello stato di alterazione del conducente causato dall’assunzione di droghe e non da altri fattori.


Approfondimenti: